La sindrome di Tafazzi

tafazzi.jpg

La sindrome di Tafazzi è una malattia che porta l’individuo a colpirsi gioiosamente i genitali con una bottiglia. E’ una forma di autolesionismo che potremmo definire giocoso. Nella mia vita ho avuto di tutto ma tale sindrome mi è del tutto sconosciuta.

La sindrome di Tafazzi si manifesta tipicamente nei fumatori, in chi esagera con gli alcolici, chi usa droghe. Il “tafazziano” peggiore è il malato di cancro fumatore. La logica vorrebbe che una volta che scopri di essere malato butti la sigaretta nel cesso e “c’eravamo tanto amati”… Ma non sempre è così…

Come si cura questa malattia? E’ difficile dirlo. Una brutta malattia può far rinsavire l’individuo e far cessare tutti i suoi eccessi. Magari una sopraggiunta maturità può fare lo stesso. Prevenirla invece è più semplice. Basta ammalarsi da bambini, la paura che ti risucceda qualcosa sarà più forte di qualsiasi tentazione di fare un tiro…

La sindrome di Tafazziultima modifica: 2009-11-27T10:02:00+01:00da september23
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “La sindrome di Tafazzi

  1. La definizione corretta sarebbe: “fumatori, chi consuma alcolici, chi usa droghe”.
    Dal punto di vista clinico, l’alcol è una droga a tutti gli effetti e come per il fumo o per le altre droghe, chi ne consuma poco rischia poco, chi ne consuma tanto rischia tanto. Solo chi non ne consuma affatto non rischia e non si fa del male.

    Quanto ai malati di cancro fumatori, è incredibile quanti se ne vedano ogni giorno fuori da ospedali, cliniche e centri oncologici, magari con la flebo della chemio da una parte e la sigaretta dall’altra.
    Quasi quasi quella chemio invece di fornirla gratuitamente gliela farei pagare…

Lascia un commento