Parcheggi selvaggi

Il 20 Ottobre ho preso la patente BS, ossia la B speciale dove S sta per “io sono capace di guidare usando solo il piede sinistro e voi no”. Quindi da circa tre settimane scorrazzo in giro per Milano in libertà, senza più un accompagnatore. Nella maggioranza dei casi si è trattato di casa-ufficio (con parcheggio interno) e ritorno. Avrò parcheggiato in giro una decina di volte al massimo. In due casi ho trovato il parcheggio per disabili occupato abusivamente. No, dico: 2 volte su al massimo 10 (e non in tutte e dieci ho trovato il parcheggio per disabili ma solo in tre o quattro quindi la percentuale di abusivismo è decisamente alta).

Non racconto niente di nuovo. Tutti giriamo per le strade e queste cose le vediamo ogni giorno. Subirle però è diverso. Credo che le leggi in materia siano tante e fatte bene. Nel nostro paese i disabili sono tutelati e aiutati non dai cittadini cosiddetti “normodotati” però.  Tutti sempre pronti ad aprirti la porta ma quando si tratta di parcheggiare se ne strabattono le balle…

Parcheggi_disabili.jpg

Nell’immagine cinque cittadini rispettosi della legge. Nessuno ha parcheggiato nel posto riservato ai disabili…

Parcheggi selvaggiultima modifica: 2009-11-09T11:48:00+01:00da september23
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Parcheggi selvaggi

  1. Problema diffusissimo in tutta Italia, anche in posti dove non ci sono difficoltà a trovare parcheggi, ma solo pigrizia ed inciviltà.

    Da un gruppo su Facebook sono venuti fuori alcuni suggerimenti per cartelli e/o biglietti destinati a queste brave persone:
    – Vuoi il mio posto? Prenditi il mio handicap!
    – Io invalido civile, tu… valido incivile
    – Chi parcheggia qui è portatore di handicap… in ogni caso!
    – Questo posto è per i disabili, non per i pigri! (o per i deficienti)
    – Vuoi questo posto? Che Dio ti ascolti…
    – L’idiozia non costituisce invalidità: lascia questo posto a chi ne ha diritto!

  2. lascia perdere, non me ne parlare. già prima dei miei problemi, quando giravo con le carrozzine delle bimbe mi incazzavo da morire per come parcheggia la gente, e lasciavo bigliettini sul parabrezza sperando nei sensi di colpa. adesso non ho ancora chiesto il contrassegno, ma dopo due anni, ho problemi di deambulazione….eppure lo sai? mi sento in colpa a richiederlo, in fondo, anche se lentamente e soffrendo, posso camminare. che idiota, eh?

  3. ahahaah,scusa se rido,ma è proprio vero quel che dici!!!!!specialmente al supermercato,o in centro,pur di fare due passi in più la gente si ucciderebbe!!!!il rispetto caro amico è un dono raro e prezioso che spesso e volentieri preferiamo conservare in cantina come una bottiglia di vino,ma attenzione che non diventi aceto col tempo…..
    ciao a presto

Lascia un commento