Opinioni

Si può avere un’opinione su molte cose. Si può ritenere che gli spaghetti alla carbonara siano buoni oppure no. Si può pensare che un film sia bello o brutto, che un politico sia intelligente, furbo, ladro, antipitico o stupido. Si può pensare che il nostro sia il paese più bello del Mondo o magari no. Al limite, dopo una forte botta in testa, si può anche pensare che il nostro attuale Presidente del Consiglio sia il migliore dall’unità di Italia.

Ci sono però delle cose sulle quali le opinioni non ci dovrebbero essere. Qual è la nazionale campione del mondo di calcio? L’Italia. Chi è il presidente della Repubblica? Giorgio Napolitano, un fatto. Come si fa prendere un titolo di studio? Bisogna frequentare una scuola.

Come si fa ad avere la carta di identità se si è un cittadino straniero in Italia? Qui cominciano le OPINIONI. E’ ovvio, ai più la materia può risultare ostica o sconosciuta. Non dovrebbe esserlo per un assistente sociale che lavora in un ufficio immigrazione e per una persona che gestisce una cooperativa che di norma assume cittadini stranieri da mandare a lavorare in alcune mense sparse per Milano.

Opinione dell’assistente sociale: per avere una carta di identità italiana serve un lavoro. Ma scusi, un datore di lavoro mi ha detto che per assumere qualcuno, a lui serve che il lavoratore abbia la carta di identità italiana. (con aria di chi la sa lunga) Eh, i datori di lavoro fanno i furbi! Vabbè…

Opinione del datore di lavoro: per avere un lavoro regolare serve una carta di identità italiana. Ma un assistente sociale che lavora nel settore mi ha detto il contrario. Noi assumiamo sempre così, questo è quello che ci chiede il nostro commercialista.

Che questo campo fosse ostico l’avevo intuito fin dall’inizio ma adesso cominciano a vorticarmi gli zebedei! Ma è possibile che non si trovi un cazzo di nessuno che sa di che cosa sta parlando??? Da un mese sto cercando di aiutare Marius e sua madre ma non sono non è saltato fuori uno straccio di lavoro, non sono ancora riuscito a capire quali sono le corrette procedure da seguire!!!

 

Opinioniultima modifica: 2009-09-30T21:41:00+02:00da september23
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Opinioni

  1. Ciao Marco e buona serata a te. Vediamo se riesco ad aiutarti. Intanto, spero che la persona che tu vuoi aiutare sia nel nostro paese con un “permesso di soggiorno” o, almeno, che stia attendendo lo stesso per motivi di lavoro. Se così non fosse, è un clandestino e come tale neanche dovrebbe essere qua.

    Per assurdo, l’assistente sociale ha ragione, perché il datore di lavoro deve aver manifestato l’intenzione di assumere, attraverso la compilazione di un apposito modulo online, quando viene emanato il così detto “decreto flussi”. Considerato che è da dicembre 2007 che non si fanno decreti flussi…. temo che il tuo amico sia clandestino.

    Se però il tuo amico ha un permesso per un lavoro che non svolge più perché magari scaduto da poco, quindi ha un permesso di soggiorno valido o in fase di rinnovo… il nuovo datore di lavoro deve formulare apposito contratto di assunzione. Il tuo amico avrà un passaporto, spero. E’ un documento che il datore di lavoro può accettare.

    Infine, con copia del contratto, il tuo amico va all’anagrafe e chiede la carta di identità.

    Ti consiglio di visitare il sito “stranieri in Italia” a questo link http://www.stranieriinitalia.it/normativa-carta_di_identita_a_chi_attende_il_permesso_1621.html

    Spero ti sia di aiuto.

    Ciao

  2. Ciao Marco, ti fornisco la mia esperienza in Giappone, so che non c’entra una fava, ma la logica non dovrebbe cambiare perche` di logica si tratta.
    Per ottenere documenti come il permesso di soggiorno, carta di identita`, tessera sanitaria devi sostanzialmente dimostrare di avere un redditto (con un tetto minimi stabilito per legge) nel paese dove vuoi stare. Quindi puo` essere un lavoro indipendente o una rendita (allora devi avvalerti della dichiarazione dei redditi) oppure comunemente di contratto di lavoro (o pre-contratto/lettera di assunzione, insomma chiamala come vuoi). Con questi documenti, insieme al passaporto (o se valido il documento di identita` del tuo paese), compili i tuoi bei moduli, alleghi le solite fototessere venute male e inoltri il tutto. I documenti vengono processati e se tutto e` conforme riceverai il tuo permesso di soggiorno. Da qui in poi con questo puoi fare la tua bella carta di identita` e la tessera sanitaria (dopo o senza la carta di identita` dipende dalla regolmentazione ma poco cambia visto che e` il permesso di soggiorno ad essere fondamentale).
    Fine della trafila.
    La questione della residenza e del certificato: ovviamente se non sei ancora cittadino regolarmente registrato non e` possibile che ti rilascino un certificato di residenza. Quando fai richiesta del del permesso di soggiorno dovrai indicare dove risiedi (in teoria sono possibili controlli).
    Insomma tutto parte dal permesso di soggiorno.
    Qualsiasi altro percorso sarebbe illogico, perche` il permesso di soggiorno sostanzialmente ti arruola nelle file del popolo italiano ufficialmente, e quell’ “ufficialmente” e` necessario per la produzione di qualsiasi certificato (che altrimenti su che basi produrrebbero? su una cittadinanza fantasma?).
    Ovviamente non escludo che nell’assurda Italia la burocrazia sia fallata o contorta, ma questo e` cio` che succede normalmente.

Lascia un commento