Il terzo controllo: un sospiro di sollievo

 

Lunedì (non ho potuto raccontarlo ieri a causa della manutenzione della piattaforma di myblog) ho vissuto una mattinata intensa: sono stato sottoposto agli esami di controllo. E’ la terza volta che avviene dal giorno dell’operazione, il dieci Aprile di un anno fa.

TAC al torace, scintigrafia ossea e lastra dell’anca (o di quello che ne rimane, cioè non molto). Pare sia tutto a posto. Aspettiamo gli esiti ma i dottori i hanno detto che va tutto bene.

E’ un bel sospiro di sollievo, l’ennesimo. Ad ogni controllo i sentimenti si ripropongono sempre uguali a se stessi, ciclicamente. Ansia, sollievo, gioia. Anche questa volta sentivo che non c’erano problemi però finchè non ne hai la certezza non sei sereno. E’ il destino di chi è stato ammalato di cancro. La recidiva è sempre una possibilità nei cinque anni seguenti all’operazione. Nel mio caso le percentuali non sono altissime ma ci sono e non vanno ignorate. Mi aspettano ancora quattro anni di controlli con giornate come quella di ieri ma questo lo sapevo già da tempo. L’importante è non farsi condizionare e vivere la propria vita senza pensare continuamente a questa possibilità.

In questi ultimi giorni, in questo ultimo anno a dir la verità, ho pensato spesso al dolore. Non alla morte, quella non l’ho mai considerata e, tutto sommato, non mi spaventa neanche. Quello che ho temuto, che ho provato e di cui ho ancora paura è la sofferenza. Quando affronti una malattia così sai che hai di fronte un cammino lungo e impervio. Difficile, duro. E anche se dentro di te sai che finirà bene il dolore provato non ti abbandona più. Che risucceda è quello che ti spaventa. La morte in se stessa non fa paura, la sofferenza si. E tanto.

Il terzo controllo: un sospiro di sollievoultima modifica: 2009-02-25T09:14:00+01:00da september23
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “Il terzo controllo: un sospiro di sollievo

  1. Ciao Marco,
    all’apparenza tutto bene anche se per inserire le tabelle adesso faccio un’enorme fatica. Le due finestre sono per l’anteprima del post.

    Cioè, nella prima metti un anticipo del post. In quella sotto ci scrivi il resto del post. E’ una funzione indicata per chi fa post molto lunghi e non vuole appesantire molto la Home.

    ciauzzzz

  2. Felicissima per te per i tuo esami.
    A quanto tu hai scritto non c’è commento, hai spiegato fin troppo bene il tuo stato d’animo, non c’è niente da aggiungere.
    Ti posso solo dire che ti voglio bene, ti sono vicina, e ti abbraccio.
    Penso alla canzone di Gaber che dice:La libertà non è star sopra un albero, non è neanche il volo di un gabbiano, la libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Bacione sul crapone
    4P

  3. Ciao Marco e buona giornata a te!! Rimango sempre “stupefatto” dalla gran forza d’animo che esprimi, quando parli della tua “esperienza”. Una forza che io non sarei capace di trovare, in me. Forse, come te, mi spaventa la sofferenza e non la morte. Mi illudo di potervi arrivare, senza soffrire. Comunque, ti ammiro… e non c’è altro da aggiungere!

Lascia un commento