Se c’è un corrotto, c’è anche un corruttore

berlusconi.jpg

Oggi pomeriggio l’avvocato inglese David Mills è stato condannato in primo grado per essersi fatto corrompere ed aver testimoniato il falso nei processi cosiddetti “Guardia di Finanza” e “All Iberian”. Le prove erano talmente evidenti (una lettera dello stesso Mills al suo commercialista) e la condanna data per certa che il corruttore Silvio Berlusconi si è da tempo parato il deretano con il famigerato Lodo Alfano. Fa anche rima, si vede che l’argomento suscita l’arte che c’è in me. In realtà sono “alterato nero” (si capisce l’eufemismo?).

(Tralascio il fatto che i processi in cui Berlusconi era imputato e Mills reticente fossero chiaramente fasulli, data la sua falsa testimonianza.)

Come si può commentare un fatto del genere? In un qualsiasi paese civile e democratico un presidente del consiglio riconosciuto colpevole di corruzione (non è questo il caso solo grazie alla “salva deretano” ma il fatto è implicito) darebbe le dimissioni. Su di lui si scatenerebbe una bufera mediatica in cui giornali e Tv ne chiederebbero la testa. Da noi non succederà niente di tutto ciò. I media parleranno poco della cosa o non chiariranno a fondo il coinvolgimento del premier. Inutile spiegarne il motivo.

Nel 1976 il presidente americano Nixon fu mandato a casa per molto meno.

Sei mesi fa il premier israeliano Ehud Olmert si dimise per problemi con la legge, dichiarandosi “fiero di essere il Primo ministro di un Paese che mette sotto inchiesta il suo capo del Governo”.

Io mi vergogno di appartenere ad un paese in cui il proprio primo ministro ha passato gran parte degli ultimi quindici anni a preservare la propria ricchezza e a garantirsi l’immunità, modificando leggi, creandone altre, riducendo prescrizioni. Non voglio pensare cosa diranno all’estero di noi…

Giusto il Venezuela, che ha appena modificato la costituzione permettendo ad un presidente di candidarsi per più di due volte, trasformandosi di fatto in una dittatura, non ha niente da invidiarci.

 

P.S. Veltroni non poteva trovare giorno migliore per dimettersi. Ma lo fa apposta? Proprio oggi… Indovinate di cosa si parlerà nei TG? Di Veltroni o di Berlusconi?

P.P.S Ho appena assistito a “TG5 minuti”. Preciso che non è stata una scelta ma un caso fortuito. Le notizie nell’ordine:

1.Dimissioni di Veltroni

2.Incontro Berlusconi Napolitano

3.Ragazzo che accoltella insegnante di musica

4.Dichiarazioni di Berlusconi sull’economia

5.Mani della mafia sui parchi eolici in Sicilia

6.Annullata condanna al giudice di Camerino che non voleva il crocifisso in aula

7.Esercitavano la professione di medici senza averne titolo

8.Rifiuti arrivati a Chiaiano

9.Ondata di maltempo

 

E poi venitemi a dire che non siamo in un regime…

Se c’è un corrotto, c’è anche un corruttoreultima modifica: 2009-02-17T18:14:00+01:00da september23
Reposta per primo quest’articolo

19 pensieri su “Se c’è un corrotto, c’è anche un corruttore

  1. Ti posso dire io cosa dicono di noi all’estero… almeno in UK.
    I giornali commentano (quasi piu che in Italia…) generalmente con toni su “Sentite questa!. Sono Pazzi Questi Italiani!!!”… insomma la barzelletta d’Europa.
    Il commento che ho sentito più spesso dalla gente della strada (e qui includo oltre agli inglesi anche francesi e spagnoli)?
    Generalmente ti chiedono “Ma è vero?”… nell’incredulità generale.
    Purtroppo devo rispondere “No… è peggio!” e racconto qualche dettaglio in più.
    Il commento piu divertente è stato quello di una francese che parlando di politica francese a un certo punto disse “In Francia molti sono incazzati e si vergognano per il comportamento frivolo e stupido di Sarkozy… sembra il vostro Berlusconi!”.

    Che vergogna!

  2. Carlo, mi ricordo anche io i commenti degli stranieri quando sono stato a Londra. Non avevo parlato molto di politica ma il tenore dei commenti era quello. Il sentimento preponderante era incredulità. Mi chiedevano come poteva essere al potere una persona come Berlusconi. Non sapevo rispondergli.
    Provavo solo una grandissima vergogna!

    P.S. E loro che si preoccupano della frivolezza di Sarkozy… beata innocenza!!!

  3. Perchè vince tutte le elezioni?

    Perchè è un personaggio che sa vendersi molto bene, perchè dispone di un impero mediatico che lo difende, lo esalta e nasconde le sue magagne e perchè gli italiani sono una marea di fessi che si fanno abbindolare da un bravo venditore come lui.

  4. ok marco ti voglio rispondere da qui e lo faccio senza ritar ein ballo menate assorite ma semplici consoderazioni politiche
    la differenza è tra Berlusconi e berluschini, le elezioni sarde le ha vinte Berlusconi? No, le hanno perse i berluschini che appestao la sinistra, il vuoto ideale e programmatico della sinistra italiana è dato da questi elementi semplici semplici, sconfitti perché sono quel che erano, ovvero comunisti e democristiani, poi perché quello cui si oppongono ovvero berlusconi, quello cui aspirano, cioè prenderne il posto e recitare il suo ruolo che però non capiscono, credono che berlusconi sia il potere dell’apparire, mentre lui in televisione non fa che dei pistolotti inefficaci da ogni punto di vista, credono che conto il dominio delle televisioni, il fatto è che l’occupoazione sinistra del piccolo schermo non ha rivali e lui sapendolo la usa solo per far soldi, non per agitare giust battaglie ma per attirare alti ascolti, senza sofisticare su luoghi comuni e versioni omogeneizzate della storia, credono che il suo un partito senza radici cosi tagliano per gradi anche le loro, delle quali hanno più di una ragione per vergognarsi, inoltre lui, il berlusca, ha radici molto profonde nel sentore comune di molti italiani, nel senso che riesce a esprimere in modo impareggiabile e senza il vezzo di correggerlo l’umore del popolo italiano, soru il ricco, quello libero dai partiti, raso al suolo perché? Semplice non era la sinistra, non era la sardità, era solo un berluschino e niente più, si credono che la destra lo voti perché a fronte di stupri e immigrati parla di legge e ordine che non ci sono, mentre la sinistra non fa che dire peste e corna, errando del tutto il metodo di fare politica, dovrebbero denunciare la malagiustizia e proporre riforme radicali, ma siccome la corporazione togata ha infestato tutta la sinistra non possono, e non hanno la testa sufficiente per vederlo, cosi fanno la faccia feroce che poi risulta falsa perché in contrasto con la loro cultura, morale, perdono e perderanno tutto, compreso l’onore, hanno fatto l’alleanza con di pietro, bene, peccato abbiano dimenticato che ha già fatto fuori occhetto e prodi, è pur sempre un ex magistrato no? Ecco perderanno ancora e diranno e per forza lui ha le televisioni!!

  5. Il discorso del vuoto della sinistra ha valore fino ad un certo punto. E’ da un paio a questa parte che è così. Le regionali in Sardegna Berlusconi le ha vinte per questo motivo e anche le ultime politiche. Prima di allora la motivazione non regge.
    Centrosinistra= ex comunisti ed ex dc?
    Centrodestra= ex socialisti (FI), mafiosi e delinquenti (Dell’Utri, Previti, ecc.), ex fascisti (AN) e non commento i leghisti. E molti ex (?) piduisti.

    Che la sinistra occupi il piccolo schermo è una balla che non sta in piedi. Trasmissioni dichiaratamente di parte (vedi Anno Zero) non spostano voti. Gli elettori vengono influenzati dai telegiornali che appaiono neutrali (TG5, TG1, TG2) ma che non lo sono perchè controllati da chi governa.

    Sottovaluti molto il potere della propaganda mediatica. Il controllo dell’informazione è la prima cosa in una dittatura.
    Hai ragione quando dici che lui è bravo ad interpretare il sentire degli italiani. Peccato che sia falso come Giuda e finga di interessarsi a delle cose solo per compiacere parte dell’elettorato (vedi caso Eluana in cui il suo interesse è arrivato a pochi giorni dalla sospensione degli alimenti).

    Ti faccio una domanda. Se in tutto il mondo ci prendono in giro ci sarà pure un motivo, o no?

  6. Ciao Marco,
    in questo articolo della Rebpubblica raccontano di come viene trattata la notizia all’estero e come viene invece trattata in italia…
    http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/politica/processo-mills/stampa-estera/stampa-estera.html

    Buffo come un giornale che non mette neanche in prima pagina (sul web almeno) la notizia di Mills e Berlusoni, poi faccia un articolo sulla cattiva informazione in italia riguardo la notizia di Mills e Berlusconi… un po un controsenso!

  7. Canale5 è spostata a sinistra???????????????????????????????????????????

    Ma da quando????? Mimun, direttore del TG5, sarebbe di sinistra????? E Rossella, che dirigeva il TG prima di lui???
    Io quando leggo queste cose rimango allibito. Come si fa a stravolgere al realtà così????

    Per quanto riguarda Berlusconi: non c’entra il Lodo Mondadori, la sua posizione è stata stralcita dal processo per un altro Lodo. Quello Alfano. Teoricamente arriverà il suo turno: quando non ricoprirà più una delle 4 più alte cariche dello Stato (cioè mai), sempre che on intervenga prima la prescrizione. Che ovviamente interverrà…..

  8. Io non credo che il problema di “a chi facciamo governare l’Italia” stia nella retorica degli ideali, del comunismo, della sinistra vuota, ecc. Sono cose che vanno bene per le aule di scuola, la realta` e` piu` praticona. Partiamo dalla base: CHI possiamo votare? Se si guarda al panorama tutti appaiono come degli incapaci e ammanicati, ed e` vero: tutti abbaiano ma quando e` il loro turno (in questi ultimi anni TUTTI l’anno avuto) le cose non cambiano a parte qualche riformetta la struttura malata, il sistema marcio non viene intaccato.
    In questo panorama chi viene votato? Esattamente chi strilla meglio e piu` forte (anche se sono bugie sempre ricordo, non c’e’ uno ma dico uno che alla fina abbia veramente mantenuto gli impegni elettorali). In questo Berlusconi e` bravo, ha a disposizione molti media e, nell’immaginario della considerata furba ma spesso fessacchiotta mentalita`, ha dalla sua curriculum di imprenditore modello (non nella morale si intende): “uno che ha fatto i soldi sicuramente e` in gamba fara` arricchire anche noi”. Questo e` quello che sotto sotto pensano i Berlusconiani sfegatati. Beccato che sia una balla. E un modo di pensare provinciale e campagnolo in versione urbanizzata. La versione non urbanizzata e` rappresentata dai leghisti. Per cui smettiamola di dare le colpe agli ideali e alle mosse strategiche, nel teatrino della politica italiana vince chi fa la commedia piu` divertente con le marionette. Le cose cambieranno solo quando qualcuno di serio si presentera` (dimostrando di fare cose serie) o solo quando la gente si stufera` delle balle, ma in questo caso solo per andare ad ascoltare le balle dell’altra parte e cosi` via.

  9. vedi marco è da discorsi come il tuo la sconfitta della sinistra, possibile che riusciate a capire? invece di perdere tempo e eenergie a dire mafioso corrotto ecc perchè non sprecato il vostro tempo a costruire politihe alternative? due sono le cose no ne siete capaci, e vi è di comodo tutto qui

  10. Berlsuconi al governo non è comodo proprio a nessuno a sinistra (parlo della gente non dei dirigenti PD ovviamente).
    Usare il tempo a costruire politiche? Esatto, sarebbe un bel modo di impiegarlo. Su questo ti do ragione. Ma non mi sembra che la politica di destra sia molto ricca di idee. Le ridurrei a 2: parare il deretano a Berlusconi e tenere buona la Lega approvando le sue leggi razziste. Altro non vedo.

  11. Ah di idee ce ne sono molte da tutte le parte da sensate a bislacche. Quelle non mancano di sicuro. Manca la volonta` di risanare il paese quella si. Delle idee ormai gli italiani se ne freghena, cercano soltanto disperatamente qualcuno che li tiri fuori dal fango. E vanno bene anche patti col diavolo.

Lascia un commento