Fate l’amore, non fate la guerra

make-love-not-war.jpg

Da qualche tempo è in atto una “guerra tra blogger”, una lotta per scalare le classifiche di gradimento della piattaforma myblog.

Ci sono quelli che cercano di scalare le classifiche facendo i furbi (commentandosi a vicenda con una trentina di commenti di una o due parole) e che si giustificano dicendo che è solo un gioco (per essere bello però durerebbe poco) e che lo fanno per dimostrare quanto le classifiche siano manipolabili (Pinocchi). OK, missione compiuta. Lo avete dimostrato.

Quelli che si incazzano perché scrivono con passione ed entrare in classifica non gli farebbe poi tanto schifo e si sentono presi in giro.

Quelli che se ne fregano (come il sottoscritto) o che entrano in classifica senza  mezzucci (vedi il buon Ricky).

Non nego che entrare in classifica e farsi leggere da tante persone sia una bella gratificazione, l’ho appena provata! Però alla fine ci sono cose decisamente più serie e stare a litigare per una classifica su un blog… be’ mi sembra di essere tornato all’asilo!

Fate l’amore, non fate la guerraultima modifica: 2009-02-06T08:52:00+01:00da september23
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “Fate l’amore, non fate la guerra

  1. Guarda che citandomi ti fai qualche nemico…:(

    Quello che scrivi è giusto, se uno fa il blog con passione e viene gratificato non gli dispiace, anzi.

    Purtroppo la cosa è degenerata e a me le guerre proprio non piacciono, soprattutto se non le puoi combattere ad armi pari.

    Lasciamo che accada quel deve accadere, io non ci bado più di tanto. Chi ha orecchie per intendere ha inteso.

    Un consiglio. Non fidarti troppo di nessuno.

    A presto

  2. ahahaha,beh la conclusione mi pare non faccia una grinza!!!!Ma si il mondo è dei furbi,ma perchè l’uomo deve sempre primeggiare?e non ci sarebbe niente di male se si “lottasse”onestamente,grazie al frutto del proprio lavoro,ma la verità e che tutti si sentono particolarmente astuti e pronti a giustificarsi!!!!
    Ti faccio solo un piccolo esempio di come la deficenza possa turbare le menti:
    a Natale nel mio forum c’è stato un piccolo concorso con in palio premi molto semplici,l’idea era quella di fotografare le proprie decorazioni e lasciare che gli altri decidessero qual’era la più carina e fantasiosa!ciascun concorrente poteva votare una sola volta per categoria,lo stesso valeva per gli ospiti di passaggio al forum.Beh tutto bene fino a quando non mi sono resa conto che per ogni voto “onesto”che prendevo io,una delle concorrenti ne prendeva due,è andata avanti così per giorni,fino a quando nell’ultimo minuto,vistasi evidentemente preoccupata di perdere si è autovotata,come ospite,30 volte consecutive!!!Tutto per vincere una cornice!!!!La ragazza non si è preoccupata di essere scoperta,benchè io come amministratrice del forum posso controllare chi entra e chi esce,ho preferito lasciar correre,e spedirle il premio,lasciandola nella convinzione di essere la più furba di tutti.
    Altro concorso altra furbetta,di recente,concorso fotografico,stessa storia come sopra,mi sono vista costretta a bloccare l’ingresso agli ospiti,ed ha vinto effettivamente chi ha meritato!!!La signorina non scrive sul forum dal giorno della chiusura del concorso,avrà mica la coda di paglia?
    questi erano due racconti di vita quotidiana,ah che amarezza!!!!
    ciao marco

  3. ahahaha,beh la conclusione mi pare non faccia una grinza!!!!Ma si il mondo è dei furbi,ma perchè l’uomo deve sempre primeggiare?e non ci sarebbe niente di male se si “lottasse”onestamente,grazie al frutto del proprio lavoro,ma la verità e che tutti si sentono particolarmente astuti e pronti a giustificarsi!!!!
    Ti faccio solo un piccolo esempio di come la deficenza possa turbare le menti:
    a Natale nel mio forum c’è stato un piccolo concorso con in palio premi molto semplici,l’idea era quella di fotografare le proprie decorazioni e lasciare che gli altri decidessero qual’era la più carina e fantasiosa!ciascun concorrente poteva votare una sola volta per categoria,lo stesso valeva per gli ospiti di passaggio al forum.Beh tutto bene fino a quando non mi sono resa conto che per ogni voto “onesto”che prendevo io,una delle concorrenti ne prendeva due,è andata avanti così per giorni,fino a quando nell’ultimo minuto,vistasi evidentemente preoccupata di perdere si è autovotata,come ospite,30 volte consecutive!!!Tutto per vincere una cornice!!!!La ragazza non si è preoccupata di essere scoperta,benchè io come amministratrice del forum posso controllare chi entra e chi esce,ho preferito lasciar correre,e spedirle il premio,lasciandola nella convinzione di essere la più furba di tutti.
    Altro concorso altra furbetta,di recente,concorso fotografico,stessa storia come sopra,mi sono vista costretta a bloccare l’ingresso agli ospiti,ed ha vinto effettivamente chi ha meritato!!!La signorina non scrive sul forum dal giorno della chiusura del concorso,avrà mica la coda di paglia?
    questi erano due racconti di vita quotidiana,ah che amarezza!!!!
    ciao marco

  4. Ciao Marco, hai dimenticato una categoria di blogger insoddisfatti :-)))

    ……….coloro che sanno che esiste un regolamento e che vorrebbero che si rispettasse, coloro che hanno voluto credere di entrare in un ambiente pulito e ordinato, perchè questo era stato promesso (e lo è tuttora) …

    …anche io ho provato il pacere grandissimo di trovarmi ai primi posti per i miei contenuti – come è successo a te e a Ricky e ad altri – e devo dire che è una cosa che spinge a voler dare sempre di più, oltrettutto..a beneficio mio nostro e anche di chi legge…

    io spero sempre che la max parte delle persone ambisca ad elevarsi sempre in cultura e saggezza, piuttosto che perdersi in cazzeggio vuoto volgare e offensivo. Questo è per me l’asilo adulto-infantile. Queste cose non vorrei vedere qua

    Buona serata, ciao 🙂

    Buona serata, ciao 🙂

  5. Come già detto a Mammola, quando levò gli scudi contro la redazione, della classifica mi interessa relativamente, l’importante è far passare i messaggi a chi legge.
    Sul cancro intanto la mia solidarietà a te per i problemi che ti ha creato. Non parlo tanto per farlo, nella mia famiglia le malattie sono sempre state ( e lo sono ancora con le discendenze) di casa, cancro compreso che si è portato vai mia cugina a 30 anni ed ha attaccato due volte mio padre. Proprio di lui ti voglio parlare, era affetto da nefrite cronica, da poco trapiantato del rene che gli donava speranza quando il male lo ha colpito alla prostata, erano i tempi del “Cocktail Di Bella” che avrebbe voluto sperimentare, sapendo che le cure classiche gli avrebbero annientato il nuovo rene, ma il non riconoscimento del metodo richideva spese enormi ed in nome della famiglia non ha voluto indebitarsi col risultato che puoi immaginare. Qualche anno dopo il male torna ai polmoni (morirà delle conseguenze invece della nefrite) e in questo caso ci scontriamo con dei medici che volevano imporre un percorso che neppure un pazzo avrebbe seguito, si sarebbero piegati dopo (rinunciando alle loro correlazioni con altri istituti di cura) alle volontà nostre, ma nel frattempo mio padre moriva. Come vedi io con la medicina classica ho trovato un percorso inverso al tuo, pur credendo che sia valida ormai è diventata qualcosa che non dico per evitare denunce, una sana rivalità suullo stesso piano di riconoscimento non le potrebbe portare altro che giovamenti. Per concludere, sapere significherebbe essere medico, quindi non dovrei approfondire o discutere? Io tra “copia e incolla” e testi miei ho messo in discussione il mio pensiero (con le nozioni che posseggo) 422 volte sul mio blog e lo farò ancora ltre 1000 almeno, ci volesse una laurea per discutere i temi più grandi di noi la democrazia sarrebe morta da tempo.
    Giorgio.

  6. ciao, come stai? spero bene.
    IO francamente non mi interesso a queste cose, non trovo neanche interessante farmi leggere da molte persone.
    Ad esempio con l’ultimo post che ho scritto ci sono state troppe polemiche.
    Anche se stando in una democrazia, tutti i commenti sono ben graditi.
    Ciao a presto

  7. Ciao Marco, quando ho creato il mio blog, non conoscevo neanche un po’ queste classifiche, ho costruito questo spazio solo per la voglia di comunicare e di conoscere altra gente. Non mi è mai interessata la coccarda di “blog del giorno” nè scalate in classifica, anche perchè un riconoscimento è bello quando si da a pochi, mentre ho notato che sono in pochi a non averla, quindi “utilità: zero”. La soddisfazione la si può trovare sia nella condivisione delle idee, sia nel confrontarsi con le idee diverse, nel rispetto delle posizioni di ognuno.
    Saluti saluti saluti …… ciao!

Lascia un commento