Un nuovo anno alle porte

felice-anno-nuovo-2009.jpg

 

Non credo che la vita si possa dividere in compartimenti stagni, gli anni, e che proceda per capitoli ma penso piuttosto sia un continuo fluire di avvenimenti, di occasioni, di sentimenti e di emozioni che ciclicamente si ripropongono o che compaiono e riappaiono fregandosene dei numeri sul calendario, della posizione delle stelle o se la luna è crescente o è calante.

Tutto ciò per dire che quando mi si dice (e in questi giorni sono in tanti) qualcosa tipo “finalmente finisce questo anno terribile per te” non è che sono troppo d’accordo. L’inizio e la fine dei miei problemi non hanno una data e non si possono certo racchiudere in un anno specifico. E poi, se andiamo a vedere, nel 2008 io sono guarito quindi sarebbe anche da discutere quanto sia stato effettivamente negativo secondo questa ottica “a blocchi”.

L’ultimo anno è stato un concentrato di emozioni e di vicende difficilmente riassumibili in poche righe. Senza ripetere quanto già raccontato in altri post mi limito solo a dire che non credo sia stato l’annus horribilis che molti credono sia stato per me. Tutto quello che mi è accaduto ha avuto anche dei risvolti positivi e aver conosciuto più a fondo me stesso ed essere cresciuto nella consapevolezza della vita non sono certo fatti negativi.

 

Un nuovo anno alle porteultima modifica: 2008-12-29T21:19:32+01:00da september23
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Un nuovo anno alle porte

Lascia un commento