Io e gli extracomunitari

Mi sono sempre schierato dalla loro parte. Li ho sempre difesi dagli assalti delle truppe Longobarde che usano il “Va Pensiero” come inno della loro “patria” inesistente e ridicola. Li ho difesi dall’ignoranza della gente; e continuerò a farlo sempre. Non i delinquenti certo. Ma le persone; quelle vanno difese da chi è troppo arretrato culturalmente per non capire che se qualcuno commette un crimine non per questo il suo è un popolo di criminali.

Dopo i Marocchini, i “Vu cumpra” e gli Albanesi, adesso è il turno dei Rumeni, additati come il male assoluto. Nella mia esperienza ospedaliera una delle persone migliori che ho incontrato è stato un ragazzo rumeno, Marius, venuto in Italia perché a casa sua volevano amputargli una gamba. Lo hanno operato con successo qui ed è grato al nostro paese per quello che ha fatto per lui. Anche la sua famiglia è speciale; il padre l’ho visto poco (era spesso in Romania a lavorare per permettersi le cure del figlio), la madre diverse volte. Una donna giovane, molto dolce e sensibile che mi è stata vicina, come il figlio, in alcuni dei momenti più difficili della mia vita. Nei giorni più duri erano loro i miei compagni di stanza e sono stati una compagnia preziosa.

Spesso le persone si fermano alla superficie, vedono il colore della pelle o dei tratti somatici dell’est e pensano male, a volte hanno addirittura paura. Perché? Perché c’è chi gli insegna ad averla: i mass media. Forse bisognerebbe tornare a pensare con la propria testa e capire che queste persone sono solo in cerca di una vita migliore e compiono un lavoro fondamentale: senza di loro il nostro paese non potrebbe andare avanti. Quanti Italiani fanno le pulizie? Quanti ancora fanno gli operai? E quante donne fanno le badanti?

Non si può negare che molti di loro siano dei delinquenti, è un dato accertato. Ma cosa vuole dire? Che sono tutti ladri, assassini o stupratori?
Quando sento un fatto di cronaca nera al telegiornale spero sempre che il colpevole sia un Italiano di modo che nessuno strumentalizzi la vicenda per prendersela con gli extracomunitari; soprattutto con quegli extracomunitari che non fanno niente di male ma che lavorano onestamente. Io ne conosco diversi. Un mio parente è turco e ha un’impresa delle pulizie nella quale lavorano molti sudamericani. Ne ho conosciuti vari e non posso dire niente di male su di loro.

Se proprio dobbiamo giudicare, giudichiamo le persone non i popoli.

Io e gli extracomunitariultima modifica: 2008-09-12T09:28:00+02:00da september23
Reposta per primo quest’articolo

13 pensieri su “Io e gli extracomunitari

  1. Sono daccordo con la tua ultima frase… giudichiamo le persone e non i popoli…. e concordo anche sul lavaggio del cervello fatto da organi di stampa, politica…etc….ma poi alla fine viviamo in una società in mezzo anche a queste persone…e non sono tutte uguali…c’è quella splendida persona che hai incontrato tu..e che ho conosciuto anche io..quel ragazzino dolce…all’ospedale…e c’è anche quel vile che ha violentato e ucciso a roma un anno fa quella donna…… vedi…sono persone come dici…eppure…spesso… le condizioni sociali..economiche.. di queste persone sono così disperate (in alcuni casi) in altri invece sono proprio la loro scelta di vita…a renderli un “nucleo di persone” (e qui il “Rumeni” come identificazione di un gruppo conta)…….. un insieme di persone di cui aver paura…. Non ce l’ho con loro…non sono un qualunquista.. che dice tutti ladri! tutti rom! però è un dato di fatto.. inconfutabile… che la % maggiore di furti in italia è compiuta da rumeni.. perchè? cos’hanno di diverso dai filippini, cinesi..equadoregni? purtroppo..la logica mi porta a dire..che in certi casi..è proprio la loro origine…è nel dna…un certo stile di vita..indole..p redisposizione.. chiamatela come volete voi… e dobbiamo.. abbiam il dovere di difenderci… Un mio vicino di casa, poliziotto a milano..mi dice che spesso… quando vanno in quei campi, hanno paura anche loro..e devono “contrattare”!!!! vi rendete conto?!?!? per riavere auto, scooter rubati etc???? E questo nostro atteggiamento, perché poi sbagliamo noi, i politici a legiferare, gli organi giudiziali… la falsa buonista opinione pubblica… a creare un clima nel quale…questi delinquenti si sentono intoccabili, impuniti.. e continueranno a venire… Non dobbiamo certo fare come Malta o l’Australia, la Nuova Zelanda, dove sparano a navi con immigrati clandestini… anzi..sono orgoglioso di appartenere ad una nazione, ad una civiltà…con un cuore e un’umanità…immensi però… proprio per difendere persone straordinarie come tutti quegli estracomunitari e rumeni onesti…impariamoci a difenderci…a tutti i livelli…partendo proprio dal modo di pensare..
    Luca

  2. Ti rispondo punto per punto.
    Hai scritto (in maiuscolo le mie risposte):

    “Sono daccordo con la tua ultima frase… giudichiamo le persone e non i popoli…. e concordo anche sul lavaggio del cervello fatto da organi di stampa, politica…etc….ma poi alla fine viviamo in una società in mezzo anche a queste persone…e non sono tutte uguali…c’è quella splendida persona che hai incontrato tu..e che ho conosciuto anche io..quel ragazzino dolce…all’ospedale…e c’è anche quel vile che ha violentato e ucciso a roma un anno fa quella donna (UN ANNO FA, E GLI ASSASSINI ITALIANI DI CUI SI PARLA SPESSO, QUELLI LI DIMENTICHI? I CRIMINALI NON HANNO NAZIONALITA’)…… vedi…sono persone come dici…eppure…spesso… le condizioni sociali..economiche.. di queste persone sono così disperate (in alcuni casi) in altri invece sono proprio la loro scelta di vita…a renderli un “nucleo di persone” (e qui il “Rumeni” come identificazione di un gruppo conta)…….. un insieme di persone di cui aver paura.(HO PIU’ PAURA DEI MAFIOSI)… Non ce l’ho con loro…non sono un qualunquista.. che dice tutti ladri! tutti rom! però è un dato di fatto.. inconfutabile… che la % maggiore di furti in italia è compiuta da rumeni.. (SEI SICURO DI QUESTA STATISICA? CREDO CHE LA MAGGIOR PARTE DEI FURTI VENGA COMMESSA DA IGNOTI, I QUALI NON CREDO ABBIANO NAZIONALITA’) perchè? cos’hanno di diverso dai filippini, cinesi..equadoregni? (SICURAMENTE SONO MENO DEI RUMENI QUINDI E’ OVVIO CHE I RUMENI DELINQUONO PIU’ DEI FILIPPINI) purtroppo..la logica mi porta a dire..che in certi casi..è proprio la loro origine…è nel dna (QUESTO SI CHIAMA RAZZISMO: DIRE CHE UN POPOLO E’ PORTATO AL CRIMINE PER IL SUO DNA… VIVA LA RAZZA ARIANA ALLORA!!!) …un certo stile di vita..indole..p redisposizione.. chiamatela come volete voi… e dobbiamo.. abbiam il dovere di difenderci… Un mio vicino di casa, poliziotto a milano..mi dice che spesso… quando vanno in quei campi, hanno paura anche loro..e devono “contrattare” (LO SI FA ANCHE CON GLI ULTRAS CHE MI RISULTANO ESSERE ITALIANI, CON I MAFIOISI NON SI CONTRATTA NEANCHE)!!!! vi rendete conto?!?!? per riavere auto, scooter rubati etc???? E questo nostro atteggiamento, perché poi sbagliamo noi, i politici a legiferare, gli organi giudiziali… la falsa buonista opinione pubblica… a creare un clima nel quale…questi delinquenti (GIUSTO, I DELINQUENTI DA QUALUNQUE PAESE VENGANO) si sentono intoccabili, impuniti.. e continueranno a venire… Non dobbiamo certo fare come Malta o l’Australia, la Nuova Zelanda, dove sparano a navi con immigrati clandestini… anzi..sono orgoglioso di appartenere ad una nazione, ad una civiltà…con un cuore e un’umanità…(DAVVERO? NON MI SEMBRA) immensi però… proprio per difendere persone straordinarie come tutti quegli estracomunitari e rumeni onesti…impariamoci a difenderci…a tutti i livelli…partendo proprio dal modo di pensare..
    Luca”

  3. ….beh sicuramente non siamo daccordo che scoperta.. cosa vuol dire anche gli italiani uccidono, fanno… allora è un buon motivo per permette furti rapine stupri? 🙂 …sulle statistiche informati perchè è cosi… gli equadoregni..saranno meno.. e i cinesi a milano? sono meno dei rumeni? non mi risulta…allora spiegami il perchè… non è razzismo, ma devi riconoscere che l’origine conta… se tu fossi nato in un campo rom.. al 99% ruberesti… non è razzismo, spiace dirlo ma è un dato di fatto… io non esalto nessuna razza..ma costato con tristezza che alcuni immigrati di certe provenienze delinquono più di altri.. non perchè l’essere umano in se è malvagio..ma è è il contesto socio-eco-culturare in cui è vissuto che lo spinge a tanto.. ovvio che questo non è un motivo per discriminare una razza (che brutto termine) saremmo ingenui a dire rumeni=stesso comportamento cinesi.. trattiamoli,rispettiamoli, amiamoli e temiamoli come tutti.. tutti gli uomini sono uguali! sicuramente hanno pari dignità..ma non nascondiamoci sul fatto che tutti hanno gli stessi comportamenti e predisposizioni.. a prescindere dalla provenienza.. vuol dire mettersi le fette di salame sugli occhi e dire viva tutti.. tutti bravi…. e poi infine ricordati che il tuo paese fa tanto, ha fatto tanto..ed è rispettato all’estero..chiediti perhcè han voluto italiani in libano… chiediti perchè in ogni crisi umanitaria noi ci siamo sempre ad aiutare…. è un popolo generoso….e mi dispiace che tu non te ne sia accorto…. ti saluto con la solita polemica e affetto..ciao cuginetto! 😉

  4. Come prima ribatto punto per punto in maiuscolo:

    ….beh sicuramente non siamo daccordo che scoperta.. cosa vuol dire anche gli italiani uccidono, fanno… allora è un buon motivo per permette furti rapine stupri? 🙂 (NO MA E’ UN OTTIMO MOTIVO PER NON DIRE CHE GLI EXTRACOMUNITARI SONO CRIMINALI. I CRIMINALI SONO DI OGNI RAZZA E NAZIONALITA’)…sulle statistiche informati perchè è cosi… (RIPETO: CREDO CHE LA MAGGIOR PARTE DEI FURTI VENGA COMMESSA DA IGNOTI, I QUALI NON CREDO ABBIANO NAZIONALITA’) gli equadoregni..saranno meno.. e i cinesi a milano? sono meno dei rumeni? (FORSE NO MA COSA CENTRA? E SPESSO I LORO CRIMINI NON VENGONO NEANCHE DENUNCIATI, LO SAI BENISSIMO) non mi risulta…allora spiegami il perchè… non è razzismo, ma devi riconoscere che l’origine conta… se tu fossi nato in un campo rom.. al 99% ruberesti… non è razzismo,(AH NO?? PERCHE’ A ME SEMBRAVA PROPRIO QUELLO…) spiace dirlo ma è un dato di fatto… io non esalto nessuna razza..ma costato con tristezza che alcuni immigrati di certe provenienze delinquono più di altri.. non perchè l’essere umano in se è malvagio..ma è è il contesto socio-eco-culturare in cui è vissuto che lo spinge a tanto.. ovvio che questo non è un motivo per discriminare una razza (E’ QUELLO CHE FAI PERO’) (che brutto termine) saremmo ingenui a dire rumeni=stesso comportamento cinesi.. trattiamoli,rispettiamoli, amiamoli e temiamoli come tutti.. tutti gli uomini sono uguali! sicuramente hanno pari dignità..ma non nascondiamoci sul fatto che tutti hanno gli stessi comportamenti e predisposizioni.. a prescindere dalla provenienza.. vuol dire mettersi le fette di salame sugli occhi e dire viva tutti.. tutti bravi…. e poi infine ricordati che il tuo paese fa tanto, ha fatto tanto..ed è rispettato all’estero.. (IL RISPETTO OTTENUTO CON LE OPERAZIONI UMANITARIE FATTE CON LE ARMI… LASCIAMOLO STARE, E POI RISPETTATO DA CHI? DA BUSH?) chiediti perhcè han voluto italiani in libano… chiediti perchè in ogni crisi umanitaria noi ci siamo sempre ad aiutare (PERCHE’ FACCIAMO PARTE DELLA NATO CHE è SEMPRE IN MEZZO ANCHE QUANDO L’ONU NON DA L’AUTORIZZAZIONE)…. è un popolo generoso….e mi dispiace che tu non te ne sia accorto…. ti saluto con la solita polemica e affetto..ciao cuginetto! 😉

  5. Io conosco un sacco di stranieri, da quando gioco a touch rugby. Devo dire che l’ integrazione è veloce e ci si diverte insieme. Forse gli stranieri che delinquono sono quelli lasciati più soli, l’ Italia non aiuta le sue persone, figurati se saprebbe aiutare chi viene da lontano ed ha problemi abbastanza gravi.

    Dipende dalla persona, cedere o non cedere alla criminalità, ed anche dalla condizione in cui ci si ritrova. A volte un lavoro ed una vita dignitosa non bastano e allora la strada ai soldi facili è la più breve ma anche la più brutta…

    Stay tuned !!!

    Ciao a tutti, peo.

  6. Perfettamente d’accordo con Matteo. Soprattutto quando dice “dipende dalla persona”.

    Per aggiungere un’ulteriore risposta a quanto scritto da Luca riporto quanto ha detto Fini oggi ad un incontro con i giovani di AN. Ha detto che ritenere una razza superiore ad un’altra è RAZZISMO BIOLOGICO. Non l’ha detto Bertinotti ma uno dei padri della fammigerata legge che rende arduo per uno straniero venire qua e, di fatto, alimenta l’immigrazione clandestina dato che arrivare qua con un posto di lavoro assicurato (come richiede la BOSSI-FINI) è praticamente impossibile.

    Luca, nel suo primo commento, scrive, riferendosi agli extracomunitari: “purtroppo..la logica mi porta a dire..che in certi casi..è proprio la loro origine…è nel dna…”. Afferma quindi che alcune razze hanno nel dna il crimine. Quindi, implicitamente, afferma che chi non ha questo dna appartiene ad una razza superiore. Questo si chiama RAZZISMO. E sono concetti molto simili a quelli del nazi-fascismo che sostenevano la superiorità della razza ariana sulle altre.
    Sapevo che avevamo idee diverse ma non mi aspettavo che tu avessi idee così antiquate.

  7. ….ehhhhhh!!!!!! addirittura!!!!… E io non pensavo tu fossi un TALEBANO del “volemose bene tutti! tutti bravi” ….. Non mi sarò spiegato, o tu non mi hai capito, rimane il fatto che non ho mai parlato di crimine presente nel dna di certi uomini: non mi mettere in bocca cose mai dette solo perchè con il tuo ragionamento logico ti sembra così. Ripeto per sommi capi il mio pensiero (suscettibilissimo di critiche per carità): 1) l’uomo, capiscimi bene, l’uomo non è malvagio di per se (1° post – rileggitelo). 2) Non è quindi nel dna del singolo uomo, ma in alcune popolazioni, il che è molto diverso (mi auguro tu colga la differenza). 3) Nemmeno questo è razzismo, perchè questo termine implica, (sei intelligente ed istruito e dovresti saperlo) un’indiscrimiato odio, ripudio e lotta contro una razza, un popolo, un’etnia. I Nazisti (che tu citi sepre troppo facilmente, a ogni frase che non si allinei completamente alle tue idee, da parte di un politico, un opinionista o fino alla mia) non ha mai distinto fra ebrei (in quel caso si trattava di loro – e non solo) tra ebrei con un lavoro onesti e delinquenti. 4) Tant’è che dico che se tu come me fossimo nati in un campo rom ruberemmo, e viceversa un bambino nato qui:
    significa che è la cultura, e mi stupisce che tu non ci arrivi, una cultura a volte contro la legalità, il lavoro e il rispetto degli altri e dei diritti degli altri… e le condizioni umane in cui si nasce e si vive, che volenti o nolenti ci plasmano. Purtroppo questi immigrati rumeni spesso hanno avuto una educazione o ineducazione di questo genere… molti di loro, non tutti per fortuna, e questi sono i risultati visibili a tutti. Aggiungo che questo, per bocca di stessi funzionari locali di polizia rumeni, avviene SOLO IN ITALIA, perchè siamo giunti ad un tale livello di pigrizia istituzionale, giudiziaria e sociale, tesa aSALVAGUARDARE i diritti (che pur GIUSTAMENTE E FORTUNATAMENTE qui esistono) dei delinquenti.. a scapito di chi rischia la propria incolumità, che ormai questo modello di vita attira tutti dall’estero…. anche chi nella propria patria (come in romania) non si sogna nemmeno di “riproporre il proprio stile di vita” nella propria terra d’origne. Il commento di questi funzionari, era che da loro “queste frequenti casi di scippi, stupri, rapine etc…” sono rarissimi, anczi quasi non esistono… e nei casi in cui si manifestano…sono previsti lunghi anni di carcere. Perchè allora deve avvenire qui? Io non odio nessuno, sono a favore dell’integrazione fra le culture, di tutte le culture, ma non accetto e detesto le imposizoni, le prepotenze e le ingiustizie, da chiunque provengano. Parliamo di queste persone solo perchè le hai citate tu, ma direi lo stesso sulle mafie, sulle ingiustizie in politica etc… Non discrimino nessuno, ma ritengo una conquista il livello di civiltà in cui noi viviamo e diamo per scontato. Ed è mio diritto rilevare, osservare e sottolineare che purtroppo non tutti i popoli (popoli) (popoli) (popoli) (popoli) (popoli) non uomini, per ragioni storiche, politichie, economiche e culturali sono uguali: è un dato di fatto. Non sono daccordo con Fini, non ho letto il discorso ma dalle poche parole che mi citi non ha senso. Differenze (non superiorità, questo è un termini che aggiungi tu alla fine che è un giudizio, mi spiace, e pertanto puramente personale) differenze esistono: il nostro livello di civiltà è differente da quello di alcuni paesi arabi: é un dato di fatto, non è razzismo. Quindi? Il livello di civiltà degli stati uniti è diverso dalla cina allora? Il livello culturale e pertanto lo stile di vita degli svizzeri è differente da quello degli abitanti di un piccolo paesino del congo. Non è razzismo!!! Sono e siamo tutti figli del creatore, ma affermare che a prescindere dalla provenienza, tutti hanno le stesse predisposizioni e inclinazioni… beh mi sembra un’assurdità colossale.

  8. Forse ti eri spiegato male prima. Adesso mi trovo più d’accordo con te certamente non su tutti i punti ma non porta a niente ed è inutile per me ribattere anche perchè, giustamente, io rimarrò della mia idea e tu della tua.

    Su un punto però voglio risponderti.
    Riporto dalla tua prima risposta: “purtroppo..la logica mi porta a dire..che in certi casi..è proprio la loro origine…è nel dna…un certo stile di vita..indole..predisposizione.. chiamatela come volete voi…”

    Il dna l’hai tirato in ballo tu. Forse ti sei spiegato male o ho capito male io. Però questo discorso è razzista. Come è razzista considerare che il 99% dei rom ruba. Non mettiamoci le fette di salame sugli occhi, molti rubano. Ma dire che il 99% di loro ruba vuol dire rom=ladro e questa è discriminazione. La realtà dice che alcuni rom rubano, altri no.

  9. Ciao Marco, effettivamente leggere un libro e’ la cosa piu’ bella che si possa fare, soprattutto con questo tempo…però oggi sono a casa di mia madre (sfrutto il collegamento di mia sorella) e sono rimasti qui solo i libri già letti…
    adoro leggere, anzi mi diletto anche nella scrittura, infatti mi hanno proposto una cosa, ma per scaramanzia te ne parlerò più avanti!!
    abito vicino a Monza effettivamente…e te?

  10. Hei! Che discussione accesa! Bene!
    Devo dire che non ho letto tutti i commenti, ma solo il post e sono assolutamente d’accordo con te, Marco! Sopratutto oggi che sono rimasta sconvolta di quello che è accaduto a Milano: un ragazzo nero assassinato a sprangate …perché sospettato d’aver rubato dei DOLCI!!!!
    Ma dove stiamo andando? Dov’è il rispetto degli esseri umani in quanto tali? E’ possibile che nella scala di valore degli italiani vengano prima gli oggetti e le proprietà delle persone??? E se quel ragazzo avesse avuto la pelle bianca invece che nera avrebbe avuto lo stesso destino?

  11. Concordo pienamente con le preoccupazione di Ire! Purtroppo si tende sempre a fare di tutta un’erba un fascio in più l’informazione, giornalisti/TG, non aiutano, anzi alimentano quello che è “il ciclo del terrore”. Se arriva un barcone di disgraziati ne parlano come se stesse arrivando un’invasione di immani portate e tutti credono che sia così, ma mai una volta che ci sia un approfondimento serio sui veri delinquenti che stanno dietro ai traffici di clandestini.
    Comunque è inevitale parlando di migrazioni di scontrarsi anche con i problemi che si generano e che sono sempre gli stessi da centinaia di anni: il “nuovo” non viene mai ben accettato e prima che la cultura ospitante lo integra passano dei decenni! Ed è quasi sempre vero che nelle migrazioni il primo flusso molte volte è costituito da persone disperate in fuga da situazioni politiche/economiche/sociali disastrose e da delinquenti di vario genere (molte volte per necessità altre no, non bisogna certo trovare scusanti per atti orribili)! Con il passare del tempo e la graduale integrazione arrivano per di + professionisti/persone normali in cerca di migliori lavori che si arricchiscono e ci arricchiscono culturalmente. Il fatto di delinguere non è certamente legato all’appartenenza ad una cultura ma piuttosto ad una situazione che si crea a livello sociale e/o famigliare. Oggi è la volta dei rumeni, tra 20 anni non si parlerà + di loro negli stessi termini ma sarà certamente il turno di qualcun’altro.

  12. ciao ho appena visto il tuo blog,è davvero bello complimenti. mi permetto di lasciarti una storia riguardo la discussione qui sopra:
    Un bambino dalla pelle scura stava a guardare il venditore di palloncini alla fiera del villaggio. L’uomo era evidentemente un ottimo venditore, poiché lasciò andare un palloncino rosso, che sali alto nel cielo, attirando così una folla di aspiranti piccoli clienti. Slegò poi un palloncino blu, e subito dopo uno giallo e un altro bianco, che volarono sempre più in alto finché scomparvero. Il negretto continuava a fissare il palloncino nero e finalmente domandò: «Signore, se tu mandessi in aria quello nero, volerebbe in alto come gli altri?».
    Il venditore rivolse al bimbo un sorriso affettuoso, poi strappò il filo che teneva legato il palloncino e, mentre saliva in alto, spiegò: «Non è il colore che conta. È quello che c’è dentro che lo fa salire».
    visita il mio blog se vuoi: http://darioultras89.spaces.live.com/
    ciao ciao

Lascia un commento