La Solitudine dei Numeri Primi

Ieri ho finito di leggere “La Solitudine dei Numeri Primi”. Un libro su ciò che sarebbe potuto essere ma che non è stato, che riflette sulle profonde ferite che la vita lascia sui bambini e che questi si portano con se per tutta la vita. Mi fermo qui perché non voglio inventarmi critico letterario. Dico solo che il libro mi … Continua a leggere

La paura

E’ un sentimento forte e ben conosciuto da ognuno di noi. Io l’ho incontrata presto sulla mia strada. A dodici anni persi l’innocenza, conobbi la sofferenza e di conseguenza la paura di provarla nuovamente. Crescendo la paura è diminuita fino quasi a scomparire; se non avevo più paura di ammalarmi però, ecco che temevo le responsabilità legate alla vita adulta. … Continua a leggere

La mia storia: Adolescenza

L’adolescenza per me è stato un periodo sereno; non è stata, come per molti ragazzi, un periodo di ribellione. E’ stata piuttosto un periodo di forte maturazione e di crescente consapevolezza di quello che era successo. In quegli anni andavano avanti i controlli: routine per me che non sapevo, ansia per i miei che sapevano. Progressivamente però misi insieme i … Continua a leggere

La mia storia: La mia prima malattia/2

Il periodo delle cure fu lungo, interminabile. In quei mesi mi ostinai a non radermi i capelli; troppo orgoglioso per farlo. Di quel periodo ricordo poco di ciò che avvenne al di fuori dell’ospedale. Come ho scritto nell’ultimo post le sensazioni provocate dai farmaci le ricordo benissimo ma il resto è come svanito. Non è un caso che io mi … Continua a leggere

La mia storia: La mia prima malattia/1

Mi ammalai a dodici anni; no, non è esatto. Fui operato a dodici anni ma già in quinta elementare ero ammalato pur senza saperlo. Avevo una piccola massa nell’inguine destro, tra l’addome e la gamba. I dottori non capivano. Dopo un anno di visite ed inutili pomate fui operato presso un ospedale pediatrico: pensavano avessi un ematoma. Mi ricordo ancora … Continua a leggere

La mia storia: Infanzia

Ho avuto un’infanzia felice. Non so quante persone abbiano avuto la mia stessa fortuna. La mia infanzia terminò a 12 anni quando mi ammalai la prima volta e tutto cambiò. Fino ad allora ero stato un bambino felice. Amato dai genitori e viziato dai nonni, come molti miei coetanei del resto. L’unica cosa veramente brutta della mia infanzia fu la … Continua a leggere

I miei vicini

E’ un termine generico per descrivere chi abita vicino a me. In realtà sono più che vicini. Sono amici e parenti. Noi abitiamo al quinto piano, i primi al quarto, i secondi al terzo. Siamo come una grande famiglia che non si limita a chiedersi il sale o lo zucchero, cose che comunque mancano sempre a quelli del quarto piano… … Continua a leggere