Tranquilli, stanno vincendo per noi

  “Tesoro, sono a casa!” “Ciao” “Mi dai una mano a mettere via la spesa?” “Puoi fare da solo? Sto guardando una cosa su internet. Stavo dando un’occhiata al sito del ministero della salute” “Ah, si? Come mai?” “Hai visto mai che hanno già iniziato la battaglia per vincere il cancro entro il 2013 e ce lo fanno sapere tramite … Continua a leggere

Prima i Lombardi

Mi sembra giusto. Elezioni regionali in Lombardia, prima di tutto facciamo promesse ai lombardi. Loro vengono prima di tutti. Problema: come si stabilisce chi è lombardo e chi no? Gennaro Esposito di anni 22 nato a Milano da Vito Esposito e Carmela Russo immigrati napoletani e Mohamed Hassan di anni 23 nato a Milano da genitori egiziani e in possesso … Continua a leggere

Disabile o diversamente abile?

“Ti ho mai parlato di quel mio amico disabile??” “No. E comunque oggi si dice ’diversamente abile’. Sai, il politically correct e tutte quelle stronzate lì.” “Ah, si. Io però non l’ho mai capita ‘sta storia. Credo sia più importante come tratti una persona piuttosto di come la definisci.” “Appunto.” “O come la consideri o anche solo il modo in … Continua a leggere

Pietismo in TV

Il seguente dialogo che ho immaginato e scritto si riferisce a quello che potrebbe avvenire (e che in parte già avviene) nelle nostre televisioni quando viene invitato il cosiddetto “caso umano” per suscitare la commozione nello spettatore televisivo. Ovviamente il tutto è portato all’eccesso con l’obiettivo di far riflettere un po’ chi dovesse leggerlo. Benvenuti a “Casa Vostra”, iniziamo subito … Continua a leggere

Un piccolo errore

Capitano O’Malley a rapporto signore Riposo capitano Grazie signor maggiore, mi ha fatto chiamare? Si capitano. Questa storia dei civili uccisi in Afghanistan… Dalla Casa Bianca si sono lamentati con il generale che ha subito chiamato me. Come la mettiamo capitano? Una trentina di civili uccisi! Si è trattato di un errore signore Questo lo so anche io! Vorrei capire … Continua a leggere

Non dimentichiamo Haiti

Ehi ciao! Come va? Ciao, tutto bene! Grazie e tu? Mah, si tira avanti! E’ un po’ che non ci vediamo Eh si! Hai ragione. Hai sentito quello che è successo a TAHITI? A Tahiti? No, cos’è successo? Ma come fai a non aver sentito del terremoto! Ne hanno parlato tutti i giornali e telegiornali! Ah, il terremoto ad Haiti! … Continua a leggere

Al quiz in carrozzina

Quello che segue è un dialogo di fantasia che rappresenta l’ipotetica partecipazione di un disabile ad un immaginario quiz televisivo presentato da un altrettanto immaginario presentatore. Il racconto è volutamente cinico ed eccessivo. L’idea è di far riflettere sull’effettiva integrazione dei disabili. Ho considerato la televisione perché, come scritto pochi giorni fa, ritengo sia uno dei posti in cui i … Continua a leggere

Un’osservazione intelligente

Spesso a pranzo mi reco in un bar a pochi passi dall’ufficio. Il barista/cameriere mi ha visto una volta con le stampelle, poi due, tre, quattro e alla fine non ha resistito e così, mentre pagavo, ha intavolato questa piacevole discussione: Lui: “Allora quand’è che le butti via queste stampelle?”(domanda lecita) Io: “Veramente mai” Lui: “Su, dai! Non fare il … Continua a leggere

Una “sana” risata…

La scorsa settimana sono andato a togliere una cisti. Talmente piccola che è stata sufficiente un’iniezione di cortisone per scioglierla. Siccome mia madre si fida solo dell’Istituto dei Tumori, (credo che capiti quando salvano due volte la vita di tuo figlio…) per farle un favore piuttosto che andare da un normale dermatologo sono andato nel suddetto ospedale dal dottor G. … Continua a leggere