I bambini di Beslan

Quattro anni fa, di questi tempi, terminavo il mio lavoro di tesi. Scrissi queste parole “dedicato ai bambini di Beslan e dell’Iraq: che possano riposare in pace quelli che non sono più tra noi e che possano vivere un futuro migliore e senza guerre tutti gli altri”. Si era infatti ad un anno dall’invasione dell’Iraq da parte delle truppe di … Continua a leggere

L’acqua e la cecità nel terzo mondo

Come (spero) tutti sappiamo in molte zone dell’Africa l’acqua è un miraggio. Per averla ci sono madri che camminano per decine di chilometri ogni giorno. Questo accade anche in alcune zone dell’Asia e dell’America Latina. Purtroppo non è un problema nuovo ormai, è storia vecchia che pare non interessare ai più però. Strettamente collegata con la mancanza d’acqua vi sono … Continua a leggere

Auguri Giulia!

Auguri tesoro! Tre anni fa sei venuta alla luce e… tre anni sono tanti ma mi sembra ieri! In un battibaleno sei cresciuta, sei diventata una bellissima bimba e adesso vai anche all’asilo! Mi rendo conto che sto parlando come mia nonna… si vede che sto invecchiando! Mi ricordo molto bene di quando sei nata. La sera prima io e … Continua a leggere

Un tuffo nel passato

Ieri mattina sono andato alle giostre. Saranno stati vent’anni che non ci andavo. E’ passato Daniele, il mio amico di sempre (dall’asilo!), con la sua splendida bimba Giulia di tre anni. Insieme l’abbiamo portata alle giostre. Sarebbe meglio dire che Daniele ha portato tutti e due, tra carrozzina e stampelle e bimba in braccio. Rivedere qualcosa che non vedevo da … Continua a leggere

La Solitudine dei Numeri Primi

Ieri ho finito di leggere “La Solitudine dei Numeri Primi”. Un libro su ciò che sarebbe potuto essere ma che non è stato, che riflette sulle profonde ferite che la vita lascia sui bambini e che questi si portano con se per tutta la vita. Mi fermo qui perché non voglio inventarmi critico letterario. Dico solo che il libro mi … Continua a leggere

Il ritorno delle leggi razziali in Italia

“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. Costituzione Italiana (art.3). Questa estate la nostra Costituzione è stata palesemente violata con l’approvazione della prima legge razziale dopo la caduta del fascismo: essere immigrati clandestini costituirà un aggravante nel … Continua a leggere

Nicholas

Quando ci siamo incontrati io avevo 25 anni credo e lui 3 e mezzo. Ci siamo “frequentati” per circa un anno e mezzo. Nicholas era un bambino che stava in un istituto, figlio di genitori drogati e spacciatori, in attesa che il giudice minorile decidesse quale fosse il futuro migliore per lui: l’affidamento, l’adozione, il ritorno in famiglia? In quell’istituto … Continua a leggere