Berlusconi e le promesse mancate

Dopo l’ultima manifestazione pre-elettorale del cavaliere e la sua promessa di curare il cancro è passato qualche giorno che mi ha suggerito diverse riflessioni. Passato il disgusto iniziale i miei pensieri sono andati in due direzioni.
La prima riguarda il modo in cui poter mantenere un impegno del genere. Non che creda che lo farà, o che sia interessato a farlo, ma ho comunque cercato di capire cosa si potrebbe fare per sostenere un impegno di questo tipo. Ne parlerò nel prossimo post.
La seconda riflessione è la seguente: “curerà il cancro? Bene, sono felice. E la sclerosi multipla? E la distrofia muscolare? E l’Alzhaimer? E l’AIDS? E le altre che qui dimentico? Cosa sono? Malattie di serie B? Non sarà che coinvolgono meno persone e che quindi portano meno voti? O sono solo io che penso male?”

P.S. Lo so, starete pensando che i malati di Alzhaimer sono tanti e che, data l’età converrebbe anche a lui sconfiggere questa malattia, ma dimenticate che lui è invincibile e che i malati di Alzhaimer non votano e se lo fanno chissà per cosa credono di votare! Insomma non sono affidabili…

Berlusconi e le promesse mancateultima modifica: 2010-04-01T14:35:00+00:00da september23
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Berlusconi e le promesse mancate

  1. Macchè, non sei l’unico a pensare male, purtroppo.
    Il comportamento che ha, “Mi suona strano”,
    non vorrei avesse altri assi nella manica, il test della cadrega, mi piace e per dirla tutta a nome di Aldo Giovanni e Giacomo “E’ proprio bastardo dentro”.
    4 P

Lascia un commento