Post di servizio

Scrivo questo post per aiutare chi dovesse cercare informazioni su internet riguardo a come curare un osteosarcoma o un tumore osseo in generale. In rete infatti si trova di tutto, questo è uno dei punti emersi dalla chiacchierata a Maggio a Roma con il presidente di Livestrong e con alcuni blogger. Si trovano tante notizie fuorvianti, vorrei quindi mettere a disposizione la mia esperienza per poter indirizzare, se possibile, chi fosse in cerca di informazioni su quale siano i centri di cura migliori per questo genere di malattia poichè, essendo una malattia rara, non ci sono molti medici generici che sanno dove indirizzare i loro pazienti.

Nella mia esperienza di malato ho sentito dottori, infermieri, personale ospedaliero, pazienti e parenti indicare sempre e solo tre ospedali in Italia come centri d’eccellenza per la cura dell’osteosarcoma e dei tumori ossei. Ognuno aveva la sua classifica personale, dovuta al primario che se ne era andato, agli infermieri più gentili, al cibo migliore o ad altre esperienze personali ma gli ospedali erano sempre gli stessi tre: l’Istituto Ortopedico Gaetano Pini di Milano (dove siamo stati operati io e il mio amico Marius), il CTO di Firenze (dove è stata operata la mia amica Lorenza) e l’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna. Sfortunatamente, ma questa purtroppo non è una novità, questi tre ospedali non è che siano distribuiti nel modo migliore sul territorio italiano. Sono tutti al centro nord e, non a caso, i pazienti provenienti dal sud Italia che ho incontrato erano tantissimi. Pazienti del sud ma anche stranieri o semplicemente provenienti da altre città. I pazienti milanesi come me erano veramente pochi.

Voglio citare anche i nomi dei dottori che conosco. Il primario del – Centro di Chirurgia Ortopedia Oncologica (reparto che si trova presso l’Istituto Ortopedico Gaetano Pini) è diretto dal primario, il professor Mapelli. Suo braccio destro è il dottor Primo Daolio (il dottore che mi ha operato). Ci tengo a scrivere i loro nomi non solo per fornire delle informazioni a chi ne fosse in cerca ma anche come forma di ringraziamento. Se oggi sono “intero” lo devo anche a loro.

Al CTO (Centro Traumatologico Ortopedico) di Firenze i medici di riferimento sono il primario, il professor Capanna e il dottor Marco Innocenti (i dottori che hanno operato Lorenza, come ho raccontato qui.

Sull’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna non ho testimonianze dirette riportate su questo blog a cui rimandare ma posso dire di averne sempre sentito parlare bene. Spero possa bastare ad indirizzare chi è in cerca di informazioni. Ho inserito anche i link per poter accedere facilmente ai siti degli ospedali con un semplice clic.

Invito qualunque paziente di questi ospedali che passasse a leggere queste righe e che volesse raccontare la sua storia a scrivermi a questo indirizzo: impressionidisettembre@ymail.com

Post di servizioultima modifica: 2010-02-22T19:14:00+00:00da september23
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Post di servizio

  1. Buongiorno Marco
    Ti confesso che questo semplice blog di stamani mi ha ….emozionato…riportandomi indietro nel tempo di due anni…cosa che ultimamente evito di fare ma alla quale credo di poter derogare di tanto in tanto !!!
    Solo leggendo il nome di Capanna ed Innocenti mi si è sciolto il cuore !
    Vorrei comunque fare il nome anche di altri amici che mi sono stati vicini e che potrebbero aiutare molti di noi , e cioè Lorenzo Livi, oncologo, Alessandro Bartolozzi , radiologo nonchè compagno di liceo, e Giulia Lo Russo, amica carissima ed eccezionale chirurgo plastico, alla quale va il merito di avere con la sua bravura curato le cicatrici del mio corpo macellato e della mia anima spaventata aiutandomi a tornare la donna non forse bellissima ma certamente carina e gradevole che sono sempre stata !!
    Vi voglio bene !
    Lorenza

Lascia un commento