L’acqua e la cecità nel terzo mondo

Come (spero) tutti sappiamo in molte zone dell’Africa l’acqua è un miraggio. Per averla ci sono madri che camminano per decine di chilometri ogni giorno. Questo accade anche in alcune zone dell’Asia e dell’America Latina. Purtroppo non è un problema nuovo ormai, è storia vecchia che pare non interessare ai più però. Strettamente collegata con la mancanza d’acqua vi sono … Continua a leggere

Una splendida giornata

Ieri mattina c’è stato “l’atto secondo” del secondo controllo: la TAC. Tutto a posto, aspettiamo l’esito ma la dottoressa ha detto che va tutto bene. Ci siamo tolti un bel peso. In serata partita dei Galacticos, ormai non sto più a raccontare, sarei ripetitivo, la bellezza e la spensieratezza di queste serate tra amici. Ieri poi con l’animo sereno sarebbe … Continua a leggere

Il secondo controllo: atto primo

Stamattina ho ritirato gli esami del sangue: tutto a posto. Adesso mi mancano ancora tre passaggi: TAC (domani) referto della TAC (spero entro fine settimana ma più probabilmente all’inizio della prossima) visita di controllo trimestrale (il 5 Dicembre) Sono giorni di ansia. Adesso che ci sono dentro fin dall’inizio e che capisco cosa succede intorno a me, su di me, … Continua a leggere

Auguri Giulia!

Auguri tesoro! Tre anni fa sei venuta alla luce e… tre anni sono tanti ma mi sembra ieri! In un battibaleno sei cresciuta, sei diventata una bellissima bimba e adesso vai anche all’asilo! Mi rendo conto che sto parlando come mia nonna… si vede che sto invecchiando! Mi ricordo molto bene di quando sei nata. La sera prima io e … Continua a leggere

Una piacevole routine

Ieri sera quarta partita e quarta sconfitta. Al di là del risultato (che alla fine ha un’importanza relativa) l’uscita settimanale per la partita è ormai una piacevole consuetudine. E’ sempre bello passare una serata spensierata tra amici. Il bello del rettangolo verde è che sa unire persone che magari al di fuori del campo neanche si guarderebbero in faccia, divisi … Continua a leggere

Senza parole

  Questa mattina, ore 9.30 presso un centro diagnostico per un esame del sangue. Personaggi ed interpreti: io, tuta e tutore. Dottoressa, 50 anni (ad essere gentili), capelli platinati, tacchi a spillo, calze a rete, seno abbondante con scollatura, gioielli a raffica, trucco pesante, simpatica e dolce. Dottoressa: che cosa ha fatto alla gamba? Io: un osteosarcoma al bacino Dottoressa: … Continua a leggere