Questione di coerenza

Fin da quando, circa un anno fa, mi sono ammalato, anche se sarebbe più corretto dire “ho scoperto di essere ammalato”, i miei colleghi mi sono stati molto vicino. Dico colleghi ma in molti casi sarebbe più corretto chiamarli amici. In particolare mi ha colpito in modo positivo l’atteggiamento della dirigenza. Avevo appena firmato il rinnovo del contratto (che da … Continua a leggere

La paura

E’ un sentimento forte e ben conosciuto da ognuno di noi. Io l’ho incontrata presto sulla mia strada. A dodici anni persi l’innocenza, conobbi la sofferenza e di conseguenza la paura di provarla nuovamente. Crescendo la paura è diminuita fino quasi a scomparire; se non avevo più paura di ammalarmi però, ecco che temevo le responsabilità legate alla vita adulta. … Continua a leggere

La seconda partita

Fare l’allenatore è molto diverso ora. La cosa più importante è sempre stata stare in compagnia, sparare quattro cazzate con gli amici e divertirsi passando una serata insieme alla propria passione. Però prima era facile farsi trascinare in stupide polemiche con l’arbitro o con gli avversari perdendo di vista l’obiettivo della partita e della serata: il divertimento. Anche ieri sera … Continua a leggere

La mia storia: Adolescenza

L’adolescenza per me è stato un periodo sereno; non è stata, come per molti ragazzi, un periodo di ribellione. E’ stata piuttosto un periodo di forte maturazione e di crescente consapevolezza di quello che era successo. In quegli anni andavano avanti i controlli: routine per me che non sapevo, ansia per i miei che sapevano. Progressivamente però misi insieme i … Continua a leggere

Avviso ai naviganti

Tranquilli non smentirò quanto detto nè vi accuserò di aver distorto le mie parole. Nei prossimi giorni troverete il blog “work in progress”. Come vi avevo annunciato fin dall’inizio sto finendo di mettere a punto una nuova grafica tutta mia. Piano piano la introdurrò nel blog. Spero vi piaccia, sarà molto più “calorosa” di quella un po’ fredda di adesso. … Continua a leggere

La mia storia: La mia prima malattia/2

Il periodo delle cure fu lungo, interminabile. In quei mesi mi ostinai a non radermi i capelli; troppo orgoglioso per farlo. Di quel periodo ricordo poco di ciò che avvenne al di fuori dell’ospedale. Come ho scritto nell’ultimo post le sensazioni provocate dai farmaci le ricordo benissimo ma il resto è come svanito. Non è un caso che io mi … Continua a leggere

La mia storia: La mia prima malattia/1

Mi ammalai a dodici anni; no, non è esatto. Fui operato a dodici anni ma già in quinta elementare ero ammalato pur senza saperlo. Avevo una piccola massa nell’inguine destro, tra l’addome e la gamba. I dottori non capivano. Dopo un anno di visite ed inutili pomate fui operato presso un ospedale pediatrico: pensavano avessi un ematoma. Mi ricordo ancora … Continua a leggere

Il ritorno in panchina

Ieri sera sono tornato in panchina. Sono tornato ad allenare la mia squadra di amici; un altro passo verso il ritorno alla vita dopo un anno di sofferenze. All’inizio ero un po’ teso, di ritorno dopo un anno di assenza ritrovavo vecchi amici e questo non mi spaventava; mi spaventava conoscere i nuovi membri della squadra, sono tanti… potevano chiedersi: … Continua a leggere

La mia storia: Infanzia

Ho avuto un’infanzia felice. Non so quante persone abbiano avuto la mia stessa fortuna. La mia infanzia terminò a 12 anni quando mi ammalai la prima volta e tutto cambiò. Fino ad allora ero stato un bambino felice. Amato dai genitori e viziato dai nonni, come molti miei coetanei del resto. L’unica cosa veramente brutta della mia infanzia fu la … Continua a leggere